home pageScopri il territorioArte e cultura › Monumenti alla memoria
Bagnacavallo: CIMITERO DI GUERRA CANADESE 1939-1945
Cimitero di guerra costruito e curato dalla Commonwealth War Graves Commission e progettato dall'architetto Louis De Soissons.
Lugo: CIMITERO EBRAICO
Il cimitero ebraico di Lugo testimonia la presenza, nel passato, di un'importante comunità ebraica nella città. La tolleranza nei confronti degli Ebrei fu massima al tempo della signoria Estense, come dimostra il fatto che, contrariamente a quanto accadeva, in altre città italiane, non si pensò a relegare in un ghetto l'alto numero di quanti in città professavano la religione ebraica.
Bagnacavallo: LAPIDE A DANTE ALIGHIERI
"Ben fa Bagnacaval che non rifiglia, e mal fa Castrocaro, e peggio Conio che di figliar tai conti più s'mpiglia" (Purg. Canto XIV)
Bagnacavallo: LAPIDE AD ALLEGRA BYRON
"In questo convento di S. Giovanni Battista G.G. Lord Byron il 22 gennaio 1821 poneva educanda sua figlia Allegra. La visitava nell'agosto P.B. Shelley trovandola bella e felice non presago che il 20 aprile seguente morte l'avrebbe rapita di 5 anni e 3 mesi al bramoso affetto del grande genitore"
Conselice: MONUMENTO A DON FRANCESCO GIANSTEFANI
Opera realizzata da Cesare Rabbiti nel 2004, che ricorda l’azione benefica più che trentennale di don Francesco Gianstefani a favore della sua popolazione conselicese, dagli anni trenta alla lunga e faticosa ricostruzione del dopoguerra.
Bagnacavallo: MONUMENTO AI CADUTI DI TUTTE LE GUERRE
Il monumento ai caduti di tutte le guerre è un'opera dello scultore Pietro Melandri (Bagnacavallo 1894 - Roma 1971), allievo a Roma di Angelo Zanelli, autore del fregio per l'Altare della Patria.
Conselice: MONUMENTO ALLA STAMPA CLANDESTINA E ALLA LIBERTA' DI STAMPA
Una vecchia macchina da stampa a pedale simile a quella utilizzata dagli stampatori clandestini, che durante la lotta di Liberazione lavorarono ininterrottamente per informare di quanto succedeva sul fronte del Comitato di Liberazione Nazionale, alle spalle le lastre impresse con le testate dei giornali che si stampavano e sopra le bandiere di un Italia liberata e di un Europa unita, che solo sessant’anni fa era nei sogni e negli ideali di chi combatteva.
Conselice: MONUMENTO ALLE MONDINE E AGLI SCARIOLANTI
Opera di Luciano Caldari con la quale Conselice ricorda i primi moti bracciantili e le rivendicazioni delle mondine che sfociarono nell’eccidio del 1890, durante la settimana rossa.

Questo sito utilizza i Cookies (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere dati statistici. Continuando la navigazione acconsentirai all'uso dei cookies. accetto   maggiori info
siti internet acticode.it