AGOSTINO CODAZZI (1793-1859)

AGOSTINO CODAZZI (1793-1859)

Nacque a Lugo nel 1793 e morì nel 1859. Fu esploratore, geografo e cartografo.

Giovanissimo, iniziò gli studi di ingegneria, ma già all'età di diciassette anni si arruolò, prima nell'esercito napoleonico, divenendo ben presto generale, poi nell'esercito inglese.

Allo scadere dell'anno d'ingaggio, messo da parte un bel gruzzolo, decise, insieme al fidato amico Ferrari, di tentare la fortuna nel commercio. Partirono, così, alla volta di Costantinopoli, ma la nave che li trasportava naufragò. Ormai senza soldi, ripiegarono nuovamente sulla vita militare e, non trovando nessun ingaggio in Turchia, partirono per l'America. Qui operarono nell'esercito di liberazione di Simon Bolivar fino al 1822.
In quello stesso anno, decisero di ritornare in patria e costruire una fattoria a Massa Lombarda.
Codazzi, però, non era adatto alla vita sedentaria e, già quattro anni più tardi, era in viaggio per l'America. Si impiegò nuovamente nell'esercito e, col ruolo di cartografo e geografo, partì alla scoperta del Venezuela e della Colombia.

Il lavoro del Codazzi fu di importanza fondamentale non solo per il paese in cui operò, ma anche per l'Europa stessa: le sue mappe particolareggiatissime furono, infatti, studiate soprattuttto in Francia e utilizzate per la scelta dei luoghi più adatti per ospitare colonie europee.





Ultimo aggiornamento: 28/06/2016 (Redazione di Lugo)

Questo sito utilizza i Cookies (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere dati statistici. Continuando la navigazione acconsentirai all'uso dei cookies. accetto   maggiori info
siti internet acticode.it