home pageEnogastronomia › Ricette della tradizione

LA PIE' INT'LA TEGIA (la Pizza sul testo o "Piadina")

LA PIE

"La Piadina" nella nostra zona viene ancora chiamata "la piè int'la tégia" (la pizza sul testo). In origine, la composizione dell'impasto era solo di farina e acqua, al massimo un pizzico di sale. Impastata e lasciata riposare, si cucinava sul testo di terra refrattaria o lastra di albarese posto sugli alari (i cavdôu) e girata spesso. Poi l'acqua si sostituì con il siero del formaggio che fungeva anche da condimento. Si aggiunse poi lo strutto e un pizzico di sale.

Ricetta moderna: farina, strutto, lievito secco, latte, vino bianco secco; il tutto ben amalgamato, riposato e tirato col matterello in dischi.

"La piè" va cucinata sul testo di terra refrattaria (proveniente da Monte Tiffi), sostituisce il pane e si può accompagnare a qualsiasi pietanza, ma quella eccellente è il formaggio "tomino", cioè morbido e maturo che nel ravennate viene chiamato "squaquarôu" (squaquerone).





Ultimo aggiornamento: 14/07/2016 (Redazione di Russi)

Questo sito utilizza i Cookies (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere dati statistici. Continuando la navigazione acconsentirai all'uso dei cookies. accetto   maggiori info
siti internet acticode.it