home pageBagnacavalloScopri il territorio › Arte e cultura
ANTICA GALLERIA
Tra via Trento Trieste e la corte interna di Palazzo Vecchio corre una antica galleria seminterrata, da sempre di proprietà pubblica e uno dei pochi elementi sopravvissuti del sistema difensivo della città.
ANTICA PIEVE DI S. PIETRO IN SYLVIS
La Basilica di San Pietro in Sylvis, del VII secolo, è una delle pievi romaniche meglio conservate del territorio ravennate e un classico esempio di architettura esarcale.
ANTICHE CASE GUIDI
Undici sono le "Case Guidi" presenti nel territorio del comune di Bagnacavallo. Sono case coloniche edificate dalla famiglia Guidi di Faenza alla fine dell'800 e che presentano tutte le stesse caratteristiche architettoniche: in coppia, una simmetrica all'altra, di solito posizionate ai due lati di una strada.
ANTICO CONVENTO DI S. FRANCESCO
Il convento di San Francesco, risalente al XIII secolo, è l'edificio conventuale di più antica fondazione della città. Il complesso comprende la chiesa e il grande convento che ospita: la bella Sala Oriani o "Refettorio nuovo", il chiostro, lo scalone monumentale e le sale del primo piano (non restaurate) utilizzate come spazi espositivi, i sotterranei e il "solaio grande" detto anche Sala delle Capriate.
CASA BALDI RANDI
In perfetto stato di conservazione, anche se ha subito un intervento di riuso, Casa Baldi Randi venne costruita nel 1850 dal Cardinale Lorenzo Ilarione Randi, bagnacavallese d'origine trasferitosi a Roma, per i suoi soggiorni nella città natale.
CASTELLACCIO
Il Castellaccio è un'antica costruzione fortificata, facente parte dell'antica "cittadella" di Bagnacavallo. La parte originaria dell'edificio potrebbe risalire al XII secolo; nel Quattrocento venne rimaneggiato, assumendo le caratteristiche architettoniche che ancor oggi lo contraddistinguono.
CHIESA COLLEGIATA DI S. MICHELE ARCANGELO
La Collegiata di San Michele Arcangelo è la chiesa principale della città e, insieme alla basilica di San Pietro in Sylvis, costituisce la Parrocchia dei SS. Michele Arcangelo e Pietro Apostolo.
CHIESA DEL SUFFRAGIO
La Chiesa del Suffragio fu eretta dai Gesuiti e dedicata a S. Ignazio di Lojola nel 1674 su un sito già di proprietà della Confraternita di San Giuseppe. La struttura restò di proprietà dei Gesuiti fino alla prima soppressione dell'ordine (1773) ed in seguito passò alla Venerabile Confraternita del Suffragio.
CHIESA DI S. ANTONIO AB.
La chiesa di S. Antonio è stata ricostruita nel dopoguerra.
CHIESA DI S. APOLLINARE
La prima chiesa di S. Apollinare risale, secondo antichi documenti, al XIV secolo.

Questo sito utilizza i Cookies (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere dati statistici. Continuando la navigazione acconsentirai all'uso dei cookies. accetto   maggiori info
siti internet acticode.it